Report del viaggio in Uganda e Tanzania estate 2019
Il 25 ottobre, alle 21.00, nel Centro Pastorale Madre Teresa di Calcutta di Perignano, il gruppo di volontari e volontarie, coordinati da Stefania Bagnoli e David Pistolesi, che è stato in Uganda e in Tanzania la scorsa estate racconterà la sua esperienza.
Emozioni e risultati, incontri e progetti, lavoro e giochi con i bambini e le bambine.
Viaggeremo con il gruppo, tra paesaggi mozzafiato e la bellezza di un’amicizia sempre più forte, nonostante la grande distanza, approfondiremo l’attività di Bhalobasa in questi due Paesi, conosceremo attraverso il gruppo i bambini e le bambine sostenuti a distanza, i referenti, le sensazioni di un’esperienza così intensa.
Vi aspettiamo!
Per informazioni, anche su come arrivare: comunicazione@bhalobasa.it.

Viaggio in India, sostegno per il progetto di scuola di cucito per donne che vivono in strada a Kolkata.
Un gruppo di volontari e volontarie, con Irene Giorgi della segreteria e Massimo Bettini del settore progetti come capogruppo, sono attualmente in India, in Bengala Occidentale, a Kolkata e nei villaggi in cui abbiamo progetti e sostegni a distanza, accompagnati dalla responsabile del nostro ufficio indiano Sharmistha Singha Roy.
Irene e Massimo hanno trascorso lunghi periodi nel Paese e conoscono approfonditamente persone, luoghi e attività di Bhalobasa, hanno incontrato i bambini e le bambine sostenute, tante realtà è associazioni, hanno proposto nuove iniziative e ci hanno fatto conoscere nuove possibilità di sostegno alla popolazione.
Nella prima foto sono con alcune delle ragazze e delle donne che sono costrette a vivere in strada, a Kolkata, e che frequentano la scuola di cucito (il signore con la camicia gialla è l’insegnante), uno dei nostri progetti.
Abbiamo bisogno del vostro aiuto perché le partecipanti al corso aumentano e hanno una sola macchina per cucire!
Ce ne vorrebbero almeno 4-5… sarebbe davvero importante per queste persone che potrebbero, tramite questo corso, trovare un lavoro e poter sostenere la propria famiglia… trovare magari un alloggio e non continuare a vivere in strada!
Il progetto è il 541 e si può donare anche una piccola cifra online, questo il link con tutte le info: www.bhalobasa.it/come-donare-progetti/
ℹ️Potete anche contattare il settore progetti: progetti@bhalobasa.it
🔗Ci date una mano a diffondere la news?
Fate passaparola solidale? Grazie!

Oggi 15 settembre salutiamo don Armando Zappolini, come associazione, come comunità e come parrocchia… tra pochi giorni si trasferirà a Ponsacco.
Alle 10.30 ci sarà la Messa nella chiesa di Santa Lucia e Santa Teresa di Calcutta e dalle 18.30, nello spazio Pertini, in via Risorgimento a Perignano, ci saranno un aperitivo e a seguire una cena.
Per noi, per la famiglia Bhalo, non è un vero e proprio saluto… Armando è il nostro fondatore e il nostro presidente onorario. Resterà il nostro punto di riferimento e non saranno certo pochi chilometri a cambiare questo, visto che insieme ne abbiamo percorsi e ne percorreremo insieme migliaia tra India, Uganda, Burkina Faso, Repubblica Democratica del Congo, Tanzania ed Ecuador… ma ci commuove comunque pensare che dopo tanti anni non sarà più nella casa dove lo abbiamo conosciuto, nella comunità per la quale ha sempre fatto tanto… a due passi da noi, dalla nostra sede.
E quindi oggi, in occasione di questa festa di saluto, lo abbracceremo forte come ci ha insegnato lui e gli consegneremo un dono per fargli capire quanto vogliamo che ci resti accanto e quanto sono importanti i suoi consigli e la sua presenza per noi!

Tantissimi complimenti da parte di tutta l’associazione ad Alessandro Gennai del Tennis Perignano (Pisa) per essersi classificato primo nel torneo Kinder Coop Livorno e per aver vinto il premio fair play per essere stato il giocatore più corretto.

Una bellissima soddisfazione per questo giovane campioncino, per il suo club, per la sua famiglia, per la nostra comunità e per tutti noi.

Bravo Ale e in bocca al lupo per i tuoi prossimi successi! Continueremo a gioire insieme a te.

4.670 volte grazie, 4.670 euro il ricavato, tolte le spese, della cena annuale di Bhalobasa che si è svolta sabato 8 giugno nello spazio della Festa Democratica a Lavaiano (Pisa).

Fondi che saranno destinati, lo ricordiamo, a due dispensari di frontiera di Bhalobasa, due strutture veramente salvavita vista la loro collocazione: in uno slum di Kolkata, in India, e nell’isola di Bumbire, in Tanzania.

Quest’anno l’incontro annuale di Lavaiano è stato più emozionante del solito perché è stata anche l’occasione per consegnare il Premio Alessandra, giunto alla quinta edizione, a un ragazzo, tra i 18 e i 30 anni, che si è particolarmente distinto nella promozione dei diritti umani (come vuole il Premio) attuando opere concrete. Ed è stato bello, da parte nostra e della famiglia Tognoni, consegnarlo a Iacopo Melio e, tramite lui, alla sua Onlus Vorreiprendereiltreno, punto di riferimento per contrastare tutte le barriere, strutturali e fisiche, che incontra la disabilità e per tante battaglie a favore delle persone in difficoltà, dei più deboli, di chi non riesce a far sentire la sua voce.

Iacopo ha deciso di impiegare i mille Euro del Premio nella nostra comunità, usandoli per donare un defibrillatore al nuovo palazzetto dello sport di Casciana Terme, in accordo con il Sindaco Mirko Terreni e l’Amministrazione, in uso sia alla nuova scuola che alla comunità. Un modo, ha sottolineato Iacopo, per lasciare una traccia nel nostro territorio, nei luoghi che contavano molto per la nostra Ale, residente a Perignano, cittadina del mondo, dal cuore grande e generoso. “Da quello che mi ha trasmesso la sua famiglia _ ha aggiunto _ Alessandra ha seminato tantissimo e ci ha affidato molti compiti importanti, soprattutto far sì che mai nessuno resti indietro, non possa essere nutrito, curato o si senta solo e abbandonato, qui e in ogni parte del mondo”.

“L’umanità è come l’amore, non ha limiti se non quelli che gli diamo”, scriveva Italo Calvino.

In una serata, grazie alla presenza di oltre 350 persone, abbiamo donato 4.670 euro a due dispensari medici in India e in Tanzania, e, grazie ad Alessandra, alla sua famiglia e a Iacopo, un defibrillatore alla nostra comunità, in un luogo frequentato da molte persone, soprattutto giovani e giovanissimi. Il bene è un abbraccio, il bene è grande!