Raccolti  €1335 di €3000

INDIA

La "casa felice" nello slum, 2024

Uno degli slum più difficili per le terribili condizioni in cui vivono le famiglie è quello vicino al crematorio di Calcutta visitato dal gruppo Bhalobasa nel 2022. La gente vive in piccoli rifugi fatti con teloni di plastica in una striscia di terreno lungo una ferrovia. Le persone letteralmente vivono sulle rotaie e si spostano quando un treno passa. Il pericolo di essere travolti è costante, specialmente per i bambini piccoli. Ogni tanto succedono incidenti e le persone muoiono o rimangono gravemente ferite. La maggior parte di questa gente è immigrata illegalmente, non è censita dal municipio, ufficialmente non c’è. Gli uomini però vengono sfruttati nel lavoro ai forni crematori per pochi soldi al giorno. Vicino a questo luogo c’è un progetto portato avanti dall’associazione SGGC, nostra partner a Calcutta. Si chiama Khushighar, che significa La Casa Felice. Un piccolo appartamento affittato dove possono stare i bambini. La mattina arrivano, portati da uno dei genitori, una trentina di bimbi piccoli (2-5 anni); le maestre prima di tutto fanno loro il bagno, li vestono con vestiti puliti, e danno loro colazione. Poi durante la mattinata li intrattengono con giochi e altre attività. Alle 13 pranzano e poi vengono lasciati riposare. Verso le 15 tornano le mamme a prenderli per riportarli a “casa”. A quell’ora arrivano i bambini e i ragazzi più grandi che sono usciti da scuola. Possono fare i compiti e anche loro fare altre attività. Tutto viene offerto gratuitamente. I bambini possono stare in un ambiente sicuro e stimolante e i genitori sono felici di portarceli. Il progetto dà lavoro ad alcune maestre e spesso alcuni volontari mandati dalle suore di Madre Teresa, soprattutto stranieri, vanno ad aiutarle.