di Irene Giorgi

Qualche settimana fa vi abbiamo raccontato la storia di Shila, una ragazzina di un villaggio rurale del centro del Bengala Occidentale, rimasta gravemente ustionata quando era piccola, e dell’intervento di chirurgia plastica che ha potuto fare grazie all’interessamento dell’Associazione Bhalobasa e al Treno Sanitario organizzato dal Governo Indiano. L’operazione era andata bene e la ragazza, dalla camera operatoria del treno,  era stata trasferita in un piccolo ospedale nelle vicinanze della sua casa. Adesso è a casa e la sua avventura continua; sta affrontando la convalescenza, le cui spese sono state coperte da molti generosi donatori.  La nostra referente Sharmista ci ha informato che al controllo, dopo circa un mese, le cose vanno bene e, come vedete nell’ultima foto, Shila è finalmente sorridente. Adesso la speranza di poter recuperare la funzionalità del braccio e della cessazione dei dolori al petto è davvero concreta!

Shila e Sharmista al ritorno a casa dall’ospedale

La visita di controllo

Dopo la visita di controllo, finalmente un bel sorriso che ci scalda il cuore!

di Giovanni Carmignani

È sempre un’emozione partecipare al Memorial dedicato a Filippo Lemucchi.

Sono passati undici anni, Filippo è sempre nel cuore di chi lo ha conosciuto e gli ha voluto bene. La sua squadra di calcio, Polisportiva Migliarino Vecchiano, ogni anno lo ricorda con un torneo che è ormai considerato un classico, un appuntamento molto prestigioso.

Domenica 19 settembre 2021, nel pomeriggio, si sono giocate le finali e ha avuto luogo la premiazione. È risultata vincitrice la squadra Pisa Sporting Club.

La famiglia di Filippo e la società sportiva che gestisce la squadra di calcio, ogni anno, in occasione del torneo, contribuiscono alla realizzazione di progetti di solidarietà nell’ambito della cooperazione internazionale, proposti da Bhalobasa OdV.

Grazie alla loro generosità sono stati finanziati progetti in India, a favore di ragazzi che vivono nel villaggio di Dom Doma, nel Bengala Occidentale. È stata ampliata la scuola e sono state assegnate borse di studio per permettere il proseguimento del percorso scolastico a ragazzi meritevoli e in grave difficoltà economica.

Bhalobasa ringrazia la famiglia di Filippo e la squadra di calcio nella quale ha giocato per la grande generosità e per la fiducia che anche quest’anno ci ha dimostrato.

Sabato 23 ottobre 2021, al Teatro Verdi di Pisa alle 21:00, Bhalobasa OdV e Accademia Musicale di Pontedera presentano il concerto di solidarietà Jesus Christ meets the orchestra, un evento importante di questo nostro trentennale ricco di iniziative

Lo spettacolo

JCMO è uno spettacolo svolto sotto forma di concerto con un’orchestra di 60 musicisti sul palco, un coro di 40 elementi, ai quali si uniscono i cantanti del New Choir di Livorno, e 8 solisti che si alternano sul proscenio.
L’Accademia Musicale di Pontedera è il frutto della fusione di 3 storiche scuole di musica di Pontedera: l’Accademia della Chitarra Musica & C., l’Accademia Musicale Toscana e la Bohemians Musical Academy.
Il Jesus Christ meets the orchestra è il primo progetto condiviso dalle tre scuole.

– L’orchestra Stefano Tamburini, formata dagli allievi delle Accademie Musicali, comprendente tutti gli strumenti: archi, fiati, percurssioni, tastiere, chitarre e batteria.
– Il coro è l’unione degli allievi di canto selezionati con apposita audizione tra le Accademie Musicali.
– I solisti: i ruoli sono ricoperti da professionisti del settore, musicisti con ampia esperienza nel mondo del musical nel panorama nazionale: Mattia Braghero, Jesus, Matteo Germani, Judas, Eva Ermelani, Maddalena, Marco Salvadori, Simone, Daniele Falaschi, Pilato, Diego Parri, Erode, Alessandro Zanasi, Caifa e Pietro Matteoli, Hannas.

I responsabili e i coordinatori sono: il Maestro Giovanni Sbolci, Direttore d’Orchestra e responsabile musicale, Roberto Cecchetti (AMP) e Noemi Pacini (New Choir), Direttori dei cori, e Niccolò Falaschi, coordinatore dei solisti.
Il coordinamento generale è di Luigi Nannetti, Direttore dell’Accademia Musicale.

La peculiarità di JCMO è quella di aver realizzato un arrangiamento orchestrale con musiche originali del Jesus Christ Superstar, totalmente originale e personalizzato sulle caratteristiche della compagine orchestrale.

Il progetto

Il ricavato del concerto, tolte le spese, confluirà nel progetto “Un vaccino per l’Africa, un vaccino per noi”, in collaborazione con Medici con l’Africa CUAMM. Davanti a un’emergenza globale, l’unica risposta possibile deve essere globale.

La pandemia ha sconvolto la vita di tantissime persone, provocando conseguenze socio-sanitarie ed economiche gravissime. Gli effetti più duri si sono manifestati nei Paesi del mondo con minori risorse economiche dove il lockdown e le le restrizioni imposte per arginare il contagio hanno causato perdita di posti di lavoro ed esacerbato notevolmente le situazioni di povertà. Al contempo la scarsa efficienza dei sistemi sanitari non ha permesso di rispondere adeguatamente all’emergenza.
In molti Paesi, purtroppo, i vaccini anti Covid non sono stati utilizzati.

Il CUAMM ha proposto un progetto per favorire la loro diffusione in Africa, nelle zone in cui opera. Esso ha l’obiettivo di formare gli operatori sanitari e locali e di mettere a loro disposizione attrezzature e strutture necessarie per affrontare una campagna vaccinale.
Bhalobasa ha deciso di supportare questo progetto in Uganda, nella regione di Karamoja, a nord. Qui, infatti, ci sono indicatori allarmanti dal punto di vista sanitario (mortalità materna e infantile, malattie infettive ecc.) e una campagna vaccinale efficace è indispensabile e urgente.
Le risorse raccolte da Bhalobasa saranno utilizzate per 30 sessioni di formazione sulla somministrazione e sulla corretta gestione del vaccino, destinate a 270 operatori sanitari distrettuali, nelle loro sedi operative.

Consapevoli della profonda disuguaglianza con la quale, a livello mondiale, viene portata avanti la campagna vaccinale Bhalobasa aderisce con convinzione al progetto, interpretandolo anche come una restituzione visto che abbiamo ricevuto il dono del vaccino gratuitamente.

(Per approfondire: progetti@bhalobasa.it).

Biglietti

Prime file platea e I ordine palchi 30 €
Seconde file platea e II ordine palchi 25 €
III ordine palchi 20 €
Prezzo ridotto (bambini e bambine, ragazzi e ragazze,
studenti e studentesse universitari)
10 €

Per sapere dove e come acquistare i biglietti: 342 8096865 (solo WhatsApp) e comunicazione@bhalobasa.it.

Per partecipare allo spettacolo è necessario essere muniti di Green Pass.


di Irene Giorgi

Shila, una bella storia, frutto di grande lavoro e della costanza e della generosità di tanti donatori e donatrici.

Molti di voi si ricorderanno di Shila, una ragazza, figlia unica di braccianti agricoli, che abbiamo conosciuto in India, nel 2019 a Burdwan durante la realizzazione del nostro progetto sulla malnutrizione dei ragazzi e delle ragazze in West Bengala.

Era stata notata dalla nostra équipe medica, sul suo corpo, una estesa ustione che le impediva i movimenti del braccio destro e le dava molti dolori. Aveva bisogno di un intervento di chirurgia plastica che i suoi genitori non si potevano permettere e la nostra organizzazione aveva realizzato una raccolta fondi per farla venire in Italia e sottoporla all’intervento.

Poi è arrivato il COVID e il progetto è praticamente sfumato. Abbiamo comunque continuato a seguire Shila grazie a Sharmistha Singha Roy, la nostra referente in India, per cercare di farla operare nel suo paese, accollandoci le spese necessarie.

La nostra costanza è stata premiata in modo bellissimo e inaspettato, infatti nei giorni scorsi ci è arrivata una notizia meravigliosa.

Il governo indiano ha organizzato un “treno sanitario”, con ambulatori e sala operatoria, che viaggia per tutta l’India, raggiungendo anche le aree rurali più remote e povere, per offrire cure gratuite alle persone che non se le possono permettere.

In questo periodo il treno ha raggiunto la zona dove vive Shila e Sharmista ha parlato con lei e con i genitori convincendoli ad affrontare l’intervento che è stato eseguito da uno dei migliori chirurghi indiani.

Shila è stata operata gratuitamente e l’intervento è andato bene. Adesso è ricoverata in un ospedale vicino al suo villaggio e deve affrontare il periodo post-operatorio e la convalescenza.

Le spese necessarie saranno sostenute con le offerte che a suo tempo avevamo raccolto, e che stanno per essere inviate.

Grazie a tutti e a tutte voi!

Nelle foto Shila da sola e insieme ai genitori, in attesa del treno sanitario.

La Terra degli uomini integri
Storie e racconti dal Burkina Faso
Sabato 4 settembre 2021 al Circolo Il Fortino di Marina di Pisa presentazione del libro, dedicato a Thomas Sankara, di Antonio Gentile.
Di seguito il programma.

Proseguono gli appuntamenti del nostro trentennale e non poteva mancare una serata dedicata al Burkina Faso, un Paese di pace, che in piena pandemia è costretto ancora a vivere sotto perenne attacco terroristico.
L’ultimo attentato jihadista risale al 18 agosto, quando 47 persone, la maggior parte civili in viaggio con una scorta, sono state uccise.
L’attacco più sanguinoso è del 6 giugno scorso, 160 vittime nel villaggio di Solhan, nel nord est. Una ferita ancora aperta per la brutalità delle esecuzioni, per la devastazione, per la volontà feroce di non risparmiare l’innocenza.
In una delle 3 fosse comuni c’erano i corpi di venti tra ragazzi e bambini, sono stati dati alle fiamme le case e il mercato del villaggio… una spirale di violenza senza fine.

Ci incontreremo al Circolo Il Fortino, a Marina di Pisa, ringraziando Fabiano Corsini per l’ospitalità.

Il presidente, Alessandro Cipriano, e il vicepresidente, Matteo Ferrucci presenteranno la nostra organizzazione di volontariato.

Antonio Gentile ci parlerà del suo libro “La Terra degli Uomini Integri – Vita di Thomas Sankara” (per conoscere meglio autore e testo: www.antoniogentile.it).

Elisa Stevanin, volontaria del settore progetti di Bhalobasa, farà un focus sul Burkina Faso, tra passato e drammatica attualità.

A seguire esperienze e testimonianze di Amici per l’Africa, Gruppo Missionario dell’Ansa dell’Arno e racconti d’incontri di volontari e viaggiatori.

Alle 20:00 cena insieme (prenotazione obbligatoria entro il 2 settembre, scrivendo a comunicazione@bhalobasa.it, valida in presenza di mail di conferma).

Alle 21:00 concerto “E ti vengo a cercare”, sulle note di Franco Battiato.

Per partecipare è necessario essere muniti di Green Pass (per informazioni: www.dgc.gov.it/web).

La serata sarà abbinata al nostro progetto n.560 “Aiuto ai rifugiati di Tougouri provenienti dal nord del Burkina Faso”.
Per informazioni progetti@bhalobasa.it e bhalobasa.it.